30
Ago

Quando le dittature si consolidano e’ difficile se non impossibile ottenere ascolto e giustizia.

Piano piano i poteri assoluti si ramificano e a macchia d’olio diffondono con persuasione di incarichi e stipendi chi di dovere per sottacerli e controllarli.

A motivo seppur oramai lontana delle scelte avvallate dal nostro paese durante la seconda guerra mondiale, di seguire il folle disegno di Hitler, siamo stati relegati a un secondo piano nello scacchiere internazionale delle scelte di pace. Inoltre per evitare ricadute sono state introdotte norme costituzionali, che risultano anacronistiche.

All’impossibilita’ di scegliere il Presidente della repubblica, si e’ aggiunta ora la prassi di non sapere mai chi ci può Governare in quanto anche i Primi Ministri piovono dall’alto o dal vicino paese o istituzione.

Con la pandemia si e’ aggiunta la detronizzazione del Parlamento come unico soggetto che dovrebbe in una repubblica parlamentare decidere per il popolo. Il parlamento serve a poco e oramai i gruppi parlamentari tranne eccezioni sono allineati al potere e a chi glielo offre

Con la saga del sars covid poi si e’ aggiunta la concessione per  giornali e tv di suonare una unica musica, quella approvata dal regime che al minimo cedimento reagisce revocando gli aiuti di stato .

La manipolazione mediatica ha fatto quindi il resto nel rincitrullire l’opinione pubblica che viene da vent’anni a questa parte preparata a non pensare e a non avere un pensiero autonomo e critico, tanto vi togliamo pure la libertà  di scegliere quindi tanto vale non pensare neppure, non serve, basta fare quello che ti dicono e tutto procede per il meglio e senza stress.

Non riuscirò mai ad abituarmici. L’America stessa che mi sembrava un faro di libertà come la stessa statua di  Staten Island ci insegna ogni qualvolta ci imbarchiamo dal Battery park di Newyork, si sta riducendo a un timido lucino a led.

E’ questo il prezzo da pagare del sovrappopolamento del pianeta. Una pletora di imbecilli che ubbidiscono e basta senza pensare ? Gli stessi corsi universitari si stanno riducendo a lezioni bignami che nulla hanno a che vedere con i corsi che si seguivano anche solo 20 anni fa.  Perche’ mai ? Meglio ignoranti e ubbidienti che saccenti e rischiosi ?

Attenzione amici miei, nessuno è mai sicuro dal potere se il potere lo prende a bersaglio. So che i giorni miei sono contati diceva un grande avvicinandosi al patibolo, aveva osato affrontare la bestia. E quella bestia era più’ forte di lui e solo il tempo gli avrebbe dato ragione.

I nostri giorni sono oramai contati. Che ci crediate o meno o voi che vendete la vostra libertà per ignavia non capirete mai le conseguenze, inebriati come siete dall’oppio del comunismo che vi fa credere che qualcun altro sta pensando a voi e non dovrete pensare a nulla se non a votare chi vi toglie l’unica cosa che Dio ci ha dato alla nascita, il libero arbitrio, che nel bene e nel male e’ alla base del progresso sociale di una civiltá evoluta.

Poche sono le frecce rimaste nella mia faretra.  Per chi saranno le mie ultime ? e queste poche frecce che l’Italia può ancora sfrecciare come dovrebbero essere e verso chi orientate ? Non a caso direi che ben si addice “Il morbo infuria
il pan ci manca, sul ponte sventola bandiera bianca”

Leave A Comment