20
Ago

Ristoratori e gestori di Bar e servizi ristoro divisi tra chi e’ a favore del pass sanitario e chi no.

Coloro che non hanno la possibilità di avere uno spazio esterno sono generalmente meno favorevoli in quanto si riduce drasticamente il loro introito per pagarsi le spese.

Che senso ha il pass sanitario per queste attività come per altro per le palestre ? Non sono luoghi di diffusione del virus.

I luoghi di diffusione sono i trasporti pubblici sempre più affollati se proprio volessimo essere onesti.

Inoltre stranamente per luoghi simili come parlamento e tribunali e quindi avvocati e magistrati guai a imporre stesso trattamento, sanno che con questi non si scherza, mentre con i gestori di queste attività si puo’ fare quello che si vuole, loro obbediscono.

Che cosa sta facendo il comune di Torino per rispondere alle esigenze di questi esercenti che si vedono ridurre il proprio fatturato ?

Cosa sta rispondendo alla Regione e al Governo ?

Il nulla più’ assoluto. A loro non frega nulla del commercio e dei servizi. Ora sono concentrati a dare lustro alla loro amministrazione e a quello che han fatto con le piste ciclabili e multe per rimettere in equilibrio il bilancio. Tanto fra un po’ andremo tutti in bici se continua così e le auto le dovremo vendere.

Per il Comune e’ tempo di cambiare mi sa. Scegliete le persone e scegliete qualcuno che vi rappresenti, che sia io o un altro, l’importante è che abbia a cuore le attività della città, vero motore di una città viva e non morta.

Previous Post

Leave A Comment